Oct 29, 2022 • 16M

L’accettazione è un atteggiamento mentale

L'Ikigai ci insegna che il primo passo per trovare il nostro posto nel mondo è accettare noi stessi. Con i nostri pregi e difetti.

 
0:00
-16:25
Open in playerListen on);
Ikigai e altre pratiche che possono migliorare la nostra vita quotidiana
Episode details
Comments

È la nostra predisposizione al cambiamento che fa tutta la differenza del mondo. La nostra volontà di scoprire e accettare noi stessi ci rende liberi di guardare il mondo come un luogo dove fare delle esperienze, creare relazioni e fare cose che ci trasformano.

Accettare di stare qui e vivere una vita normale significa conoscere e accettare noi stessi. Cosa tutt'altro che facile. Io, per esempio, vivo sempre con un costante senso di inadeguatezza, ma con il tempo ho imparato ad accettarlo.

Questa è una sensazione che accompagna molti di noi, ma è l'atteggiamento che abbiamo nei suoi confronti che fa la differenza. Il problema, infatti, nasce della nostra indole e da come affrontiamo i nostri limiti e in che modo li superiamo.

Il vero segreto sta nella consapevolezza che questi prendono forma solo nella nostra testa. In realtà, nella maggior parte dei casi, non esistono.

Questo mi fa tornare al discorso iniziale e cioè all’importanza dell'atteggiamento mentale con il quale affrontiamo le cose che ci fanno paura. In queste circostanze dobbiamo imparare ad accettare i nostri limiti e esorcizzarli. Facendoli diventare un mezzo e non un limite.

La nostra paura deve diventare uno stimolo e non un muro invalicabile. Per farlo dobbiamo imparare a porci spesso una domanda semplice ma non banale: “Se provo a fare questa cosa e fallisco, che cosa succede?”

Le risposte possono essere infinite e alcune possono metterci davanti a riflessioni importanti, in tutti gli altri casi, invece, sono riassumibili in una parola e cioè: “Niente”.

In questa parola possiamo racchiudere l’insieme delle cose che più ci terrorizzano. La vergogna, la paura, la tristezza e tutta la lista delle sensazioni che proviamo quando facciamo nuove esperienze. Ma poi, nella vita reale, cosa succede? Come dicevamo: “Niente”.

Provare a fare le cose e darsi la possibilità di sbagliare è la più grande forma d’accettazione di noi stessi. Predisporre la nostra mente al fallimento è l’atteggiamento giusto per superare le nostre paure e realizzare noi stessi.